Indian Wells, Kyrgios sfida Federer: il nuovo che avanza vuole prendersi la scena

Ecco la presentazione della sfida dei quarti tra Nick Kyrgios e Roger Federer, che sarà il match clou dei quarti degli Indian Wells.

KYRGIOS VS FEDERER – La stagione 2017 del tennis mondiale si è aperta all’insegna del ritorno al passato, con la ritrovata verve di Federer capace di dominare gli Australian Open ma anche all’insegna della freschezza delle nuove proposte, Nick Kyrgios su tutte. Un anno tennistico che promette succose novità, con gli esponenti della nuova generazione che si sono dimostrati capaci di poter ribaltare pronostici già scritti, come l’impresa di Kyrgios che ha battuto Djokovic per ben due volte a distanza di poche settimane.

Nick kyrgiosNella sfida odierna degli Indian Wells che vedrà contrapposti Roger Federer e Nick Kyrgios si fronteggeranno passato e futuro del tennis mondiale, in una sfida davvero suggestiva che ci darà il responso sulle reali possibilità dell’australiano di diventare il futuro numero uno del tennis mondiale. I tornei di Acapulco, Dubai, Rotterdam e Rio sono stati vinti da tennisti che erano ben lungi dall’essere favoriti per il successo finale. Tsonga, Thiem e Querrey si sono imposti prevalendo su avversari nettamente più gettonati sulla carta.

Un chiaro segnale di come il tennis mondiale stia modificando notevolmente le proprie gerarchie alla ricerca di un nuovo assetto, dopo l’acclarata crisi tecnica di Djokovic e l’altalenante rendimento di Murray, che non sembra in grado di vincere con la continuità della scorsa stagione. Solo Federer sembra in grado di poter proseguire la propria striscia di vittorie, rimanendo ancora ‘sul pezzo’ anche contro le nuove leve del tennis mondiale. Raramente lo abbiamo potuto ammirare con questa brillantezza e questa capacità di esprimere il proprio gioco senza soluzione di continuità come in questa stagione.

Kyrgios è invece diventato un rullo compressore, in grado di fare leva sul proprio servizio preciso e potente e di limitare al massimo i propri sbalzi d’umore che ne hanno minato gli esordi nel tennis che conta. Se saprà lavorare ancora sulla propria tenuta mentale, l’australiano potrebbe diventare il crack del tennis mondiale almeno per i prossimi 5-6 anni. Stasera, agli Indian Wells, andranno in onda le prove tecniche del tennis che sarà.

Share This Post