Tsonga bissa il successo di Rotterdam e si impone anche a Marsiglia

Per Tsonga si tratta del quattordicesimo successo in carriera, il secondo di questo straordinario inizio di stagione.

Jo-Wilfried Tsonga conferma la propria straordinaria condizione di forma imponendosi anche nel torneo di Marsiglia (620 mila euro di montepremi), superando nettamente in finale il connazionale Lucas Pouille (numero 17 del mondo) con un doppio 6-4. Con questo ennesimo trionfo, Tsonga si porta a casa il quattordicesimo titolo della propria carriera in 25 finali disputate. Mentre sono già due i titoli vinti nel 2017 dopo aver vinto la scorsa settimana a Rotterdam. Al tennista di Le Mans sono stati sufficienti due break conquistati nei due set, senza mai cedere il servizio all’avversario. Con questo successo, il campione francese tornerà di prepotenza tra i primi dieci giocatori al mondo nel ranking Atp.

In Florida, nel torneo di Delray Beach è Jack Sock a portarsi a casa l’intero montepremi senza dover giocare la finale poiché il rivale Milos Raonic è stato costretto alla resa per un guaio muscolare ad un ginocchio procuratosi dopo il successo in semifinale contro Del Potro. Jack Sock si porta a casa il terzo sigillo in carriera in torneo Atp. Vince il secondo titolo in carriera l’ungherese Timea Babos, profeta in patria, che si impone nell’Hungarian Ladies Open, un nuovo torneo del circuito (montepremi di 250mila dollari) il cui atto conclusivo si è disputato al Bok Hall di Budapest.

La giocatrice di 23 anni ungherese di Sopron (numero 33 del mondo) ha sconfitto Lucie Safarova per 6-7 (4) 6-4 6-3. La Babos, fino a ieri aveva vinto solo il trofeo di Monterrey nel 2012.

Share This Post