Andreas Seppi centra gli ottavi: ora sfiderà Wawrinka

Ancora un successo nei sedicesimi degli Australian Open per Andreas Seppi, che adesso dovrà vedersela contro il campione elvetico.

Andreas Seppi bissa il successo contro Kyrgios e sconfigge in quattro set anche il belga Darcis con il punteggio di 4-6 6-4 7-6 7-6, accedendo agli ottavi degli Australian Open. Una bella favola quella del tennista altoatesino, non nuovo a queste imprese nello slam australiano, avendo già centrato gli ottavi in altre due occasioni.

Parte in modo più propositivo il suo avversario, che viene breakato nel quarto gioco del primo set, per poi rimettere tutto in parità nel settimo gioco. Seppi va ancora ko nel servizio successivo e cede il primo set all’avversario. Nel secondo set il fattore servizio diventa decisivo. Sul 4-5, Darcis serve per rimanere nel set ma viene breakato dall’altoatesino che rimette in parità le sorti del match. Andreas Seppi riprende fiducia e si porta subito sul 2-0 nel terzo set per poi crollare inopinatamente cedendo 4 giochi consecutivi all’avversario che sembra avere il set in pugno. Sul 5-4 il belga serve per il set ma viene breakato ancora sul più bello e il set viene deciso al tie break, dominato dall’altoatesino che chiude sul 7-2.

E’ ancora un tie break a decidere il quarto set, che Seppi si aggiudica ancora una volta il parziale, mandando in archivio il match. Adesso dovrà sfidare Stan Wawrinka, osso davvero duro. Il bilancio degli scontri diretti recita 8-4 per il tennista elvetico con Seppi che ha vinto le prime tre sfide della serie per poi tracollare nelle sfide successive. Nell’ultimo match, Wawrinka lo ha sconfitto agli Indian Wells nel 2014, lasciandogli pochi giochi.

‘Oggi non era semplice – ha dichiarato Seppi a fine match – per le pessime condizioni meteo. Vento fortissimo e a mulinelli, certe volte la pallina non la controllavi. Il sole che andava e veniva, prima caldo, poi freddo. Il primo set l’ho perso senza che lui facesse nulla di particolare. Piuttosto facevo fatica alla risposta e mi scappava subito nei primi 15. Ho vinto un bel secondo set cominciando a servire meglio e con maggior continuità, poi nel terzo quando ero avanti 2-0, ho avuto un calo fisico. Avevo le gambe pesanti, però poi sono uscito da una brutta situazione e ho vinto’.

Share This Post