Kyrgios pentito per i propri errori: ‘Ho fatto cose stupide’

Ecco l’intervista di Kyrgios a pochi giorni dall’inizio della nuova stagione che prenderà il via a metà gennaio.

In una intervista all‘Herald Sun, Nick Kyrgios ha fatto ammenda dei propri errori, mettendo in evidenza il proprio impegno nel sociale e meditando la riscossa per la nuova stagione che ripartirà proprio dalla sua Australia.

Nei pochi anni in cui ha calcato i campi da tennis da professionista, Kyrgios si è ritagliato addosso l’etichetta di ‘cafone con la racchetta’ per i suoi gesti provocatori e per le sfuriate che spesso hanno preso di mira anche il pubblico. Il nuovo Kyrgios che traspare dall’intervista rilasciata all’Herald Sun è decisamente più cauto e riflessivo anche per il sostegno psicologico che ha avuto dopo la squalifica per i fatti di Shangai. La Hopman Cup di Perth sarà un banco di prova attendibile per capire se, il nuovo Kyrgios, è davvero cambiato.

Nick kyrgios‘Riconosco – ha dichiarato Kyrgios nell’intervista – di aver fatto alcune cose veramente stupide in passato, che se tornassi indietro non rifarei. Ma da queste cose ho imparato molto. Credo che dagli errori, gravi o meno che siano, si impara sempre. So di dover migliorare nei rapporti con le persone, e anche in tanti comportamenti. Però la gente deve anche comprendermi. Mi sono allenato per diventare un giocatori di tennis, e per tutto ciò che ne deriva, e le varie responsabilità, non esiste un manuale. C’è bisogno di tempo per abituarsi a tutto. Io ci sto arrivando, non sono perfetto e so che commetterò altri errori. La mia famiglia mi sta accanto proprio per aiutarmi in questo’.

L’unica cosa che davvero continua a soffrire è il fatto di dover rimanere lontano da casa per lunghi periodi: ‘Non è un segreto che odio stare a lungo lontano dalla mia famiglia. Alcuni dei miei episodi sono capitati al termine di lunghe trasferte, infatti studierò la mia programmazione in modo da essere a casa più spesso’.

Share This Post