Australian Open: incrementato il montepremi, ai vincitori 2,6 mln

Ecco le novità sul montepremi degli Australian Open e il contingente di tennisti azzurri che scenderanno in campo a Melbourne.

Buona notizia per i tennisti che parteciperanno ai prossimi Australian Open. L’organizzazione ha deciso di aumentare sensibilmente il montepremi, che è stato elevato a 50 milioni di euro con un incremento di circa il 14% rispetto alla precedente edizione. Coloro che si aggiudicheranno il singolare maschile e femminile, si porteranno a casa quasi 2,6 milioni di euro, mentre non andrà di certo male anche a coloro che dovranno dire addio al primo turno, che intascheranno comunque 35 mila euro.

Craig Tiley, il direttore del torneo, ha giustificato l’aumento con il costante impegno a migliorare ‘la retribuzione e le condizioni nel circuito internazionale di tennis per garantire che ogni giocatore professionista sia compensato in modo adeguato’. Gli Australian Open prenderanno inizio il 16 gennaio e disputeranno l’ultimo atto il 29 gennaio con la finalissima.

Il contingente italiano a Melbourne

La squadra italiana che volerà a Melbourne per rappresentare il tennis azzurro è ben nutrita. Nove sono i tennisti che saranno inseriti nella entry-list delle qualificazioni: Fabbiano, Gaio, Giannessi, Cecchinato, Napolitano, Donati, Giustino, Vanni e Bellotti. I main draw azzurri sono 8 (3 uomini e 5 donne). Si tratta di Fognini, Seppi e Lorenzi fra gli uomini e di Errani, Vinci, Knapp, Giorgi e Schiavone per quanto concerne il tennis rosa. Nella scorsa edizione fu Novak Djokovic ad imporsi, vincendo in finale contro Andy Murray, mentre tra le donne il torneo fu vinto dalla tedesca Angelique Kerber, che iniziò nel migliore dei modi la stagione che l’avrebbe poi condotta verso il primo posto nel ranking mondiale. In finale sconfisse l’allora numero uno, Serena Williams.

Share This Post