Tra Boris Becker e Djokovic il divorzio è al vetriolo

Djokovic e Boris Becker si sono detti addio dopo anni di successi. Un addio tra la polemiche con le accuse del coach tedesco.

E’ ormai ufficiale la separazione del binomio costituito da Novak Djokovic e Boris Becker, dopo anni di successi. Le indiscrezioni diffuse in questi ultimi giorni hanno avuto il crisma dell’ufficialità alcune ore fa. E’ stato il tennista serbo ad annunciare la fine della sua collaborazione con Boris Becker. ‘Dopo tre anni di grandi successi – ha scritto Nole Djokovic sul proprio profilo facebook – Becker ed io abbiamo deciso, di comune accordo, di porre fine alla nostra collaborazione’.

beckerUn bilancio sicuramente positivo quello che il campione serbo ha tratto da una collaborazione mirata a scalare il mondo: ‘Gli obiettivi che ci eravamo posti sono stati pienamente raggiunti – ha proseguito il tennista serbo sul proprio profilo social – e io lo voglio ringraziare per la collaborazione, il lavoro di squadra e l’impegno. Ora i miei piani professionali sono diretti in primo luogo a mantenere un buon livello di gioco, a definire un buon programma e nuovi obiettivi per la prossima stagione. In considerazione di ciò prenderò tutte le decisioni future’.

Di tutt’altra visione è Boris Becker che non ha risparmiato parole al vetriolo contro il suo assistito attaccando ad alzo zero la scarsa disponibilità al lavoro di Djokovic: ‘Non ha dedicato il tempo che doveva agli allenamenti negli ultimi 6 mesi – ha sentenziato l’ex coach – e lui lo sa. Il successo non può arrivare premendo un pulsante o vincendo qualche torneo. Si deve lavorare sodo come fanno i rivali’. Insomma, una separazione all’insegna del ‘c’eravamo tanto amati…’ che lascerà inevitabili strascichi polemici. Si vocifera che a Nole sia stato posto l’aut aut dal suo guru Pepe Imaz, che non avrebbe gradito la permanenza di Becker nel ruolo di coach.

Share This Post