Ludmilla Samsonova al battesimo di fuoco con il professionismo nel 2017

Ecco chi è Ludmilla Samsonova, la nuova speranza del tennis azzurro che nel 2017 passerà al professionismo.

Ludmilla Samsonova è la grande speranza del tennis italiano per l’immediato futuro. Potrebbe essere lei la nuova Sharapova in salsa ‘italiana’, della quale ha ammesso di essere una grande fan. Nata in Russia (a Olenegorsk) 18 anni fa, Ludmilla Samsonova è di nazionalità italiana e attualmente è la numero 1076 del ranking Wta. Solo in questa stagione, la tennista naturalizzata italiana, ha iniziato a frequentare i tornei ITF, confrontandosi anche con giocatrici di prestigio che occupano le prime 300 posizioni nel ranking.

Fisico prestante, servizio preciso e potente e un dritto incisivo sono le sue caratteristiche principali, con le quali proverà a farsi strada nel circuito per diventare la numero uno del tennis italiano. Il suo coach è l’intramontabile Riccardo Piatti, mentre gli allenatori sono Giulia Bruschi e Andrea Volpini. Il suo obiettivo, per la stagione ventura, è quello di giocare in pianta stabile i tornei ITF, abbandonando definitivamente i tornei giovanili.

Nelle interviste si dichiara fiera di rappresentare i colori del tennis italiano, ma vanta con orgoglio le proprie origini russe. Il suo sogno è quello di poter rimanere per un po’ in Russia per incontrare i propri parenti. Una tennista giovanissima, che ha le carte in regola per diventare una vip del tennis mondiale. Non le mancano di certo le doti tecniche e ancor di più la grinta e l’ambizione per sfondare. Il passaggio al professionismo, che dovrebbe concretizzarsi nel 2017, ci dirà davvero quali potenzialità potrà esprimere Ludmilla Samsonova. Spesso questa fase è decisiva e dirimente tra una carriera anonima e una proiettata verso il top.

Share This Post