Fabio Fognini, la resurrezione riparte da un nuovo coach: Franco Davin

Fabio Fognini ha interrotto il rapporto di collaborazione con il coach spagnolo Perlas, per affidarsi alle sapienti mani di Davin.

E’ stato un 2016 tra luci e ombre quello di Fabio Fognini. A giugno il matrimonio con la bella Flavia Pennetta avrebbe dovuto dargli una marcia in più, ma sui campi da tennis il rendimento è stato a corrente alternata. Un solo successo a Umago e la delusione cocente della finale persa malamente contro lo spagnolo Carreno Busta alla Kremlin Cup, sono le punte di diamante di una stagione costellata da tanto grigiore.

L’uscita al primo turno in Australia, Montecarlo, Parigi e Roma lo hanno spinto sempre più in basso nel ranking Atp fino a farlo scivolare verso l’anonimato (attualmente è numero 49). Fabio Fognini però è un combattente nato ed è convinto di poter ancora recitare un ruolo da protagonista nel tennis mondiale.

davinIl primo segno di discontinuità lo ha dato interrompendo il rapporto con il suo coach spagnolo Pep Perlas dopo 5 anni di successi. Il nuovo tecnico potrebbe essere l’argentino Franco Davin, un coach al quale non mancano di certo esperienza e risultati. L’obiettivo del tennista ligure è quello di tornare ai fasti del 2014 quando sfiorò la top-ten salendo nel ranking Atp fino a ricoprire la tredicesima posizione.

Le trattative per avviare questo sodalizio sembrano ormai ben avviate e l’annuncio potrebbe arrivare a breve. Davin ha ricoperto anche il ruolo di capitano di Coppa Davis della nazionale argentina. In passato ha allenato Gaudio e Del Potro (proprio nel 2009 quando si aggiudicò gli Us Open). L’ultimo giocatore che ha allenato, con poca fortuna, è stato Grigor Dimitrov.

Share This Post