Scandalo scommesse nel tennis: radiati due arbitri che favorivano gli amici

Un nuovo scandalo scommesse si è abbattuto sul mondo del tennis mondiale. Radiati due arbitri dei circuiti minori, ecco i motivi.

Un nuovo scandalo scommesse sta gettando nella bufera il mondo del tennis mondiale. E’ di ieri la notizia della radiazione di due arbitri appartenenti ai circuiti minori del tennis. Si tratta di due turchi che avrebbero messo in atto una strategia per favorire alcuni scommettitori amici, per frodare le agenzie di scommesse e consentire loro di ottenere vincite sicure conoscendo in anticipo i risultati degli incontri.

scandalo scommesseLo scandalo scommesse che ha portato alla squalifica a vita di Serkan Aslan e Mehmet Ulker, si articolava in questo modo: i due arbitri infedeli, inserivano il punteggio nel dispositivo collegato con il livescore con un leggero ritardo. In questo modo avevano il tempo materiale per avvisare gli amici scommettitori sul risultato del match prima ancora che fosse noto alle agenzie scommettitrici che gestiscono il gioco live. In questo modo gli amici potevano effettuare la giocata vincente e incassare laute vincite.

Truccata la vittoria di Dmitriev

Questo episodio sarebbe accaduto al torneo Futures di Belek, località che si trova in Turchia. L’incontro venne disputato proprio un anno fa e fu vinto dal russo Dmitriev. Questo stratagemma che ha dato vita allo scandalo scommesse non è del tutto sconosciuto alla federazione internazionale di tennis. Già in passato altri due giudici, gli uzbeki Hasanov e Molotyagin furono cacciati dai campi di tennis con la stessa accusa. In pratica avrebbero anch’essi ritardato l’immissione dei risultati per favorire scommettitori compiacenti.

Share This Post