Ranking Wta: Halep in vetta, Giorgi sempre prima azzurra

Ranking Wta, stagione conclusa, non ci sono variazioni di rilievo Halep regina, Giorgi sempre la prima delle azzurre

Il circuito femminile almeno, quello maggiore si è fermato, lasciando invariata la classifica tra le prime cento del ranking mondiale.

simona halep

In Casa Italia resta sempre Camila Giorgi, la prima delle azzurre nella classifica pubblicata dalla Wta, piazzandosi al 79° posto. Stabili anche Francesca Schiavone (92esima) e Roberta Vinci, al numero 117che di recente ha annunciato il suo ritiro dopo gli Internazionali di Roma, risale invece di un gradino Sara Errani che si attesta al 144esimo posto, tornata ad essere la quarta italiana nel ranking sopravanzando Jasmine Paolini.

Per quanto riguarda la vetta mondiale rimane regina Simona Halep, sul trono per la nona settimana, con la soddisfazione di chiudere il 2017 da numero uno. Tuttavia il margine della rumena è davvero ridotto (appena 40 punti) su Garbine Muguruza e pure su Caroline Wozniacki, distanziata di 150 punti. A seguire la top ten completa: 1. Halep Simona, 2. Muguruza Garbine, 3. Wozniacki Caroline, 4. Pliskova Karolina, 5. Williams Venus, 6. Svitolina Elina, 7. Ostapenko Jelena, 8. Garcia Caroline, 9. Konta Joanna, 10. Vandeweghe CoCo.

Rafael Nadal: ‘Non potrò mai ringraziare abbastanza mio zio per ciò che ha fatto per me’

Ancora un ennesimo riconoscimento per Rafael Nadal, che ha ricevuto l’AS 50 Anniversary Award.

Il nome di Rafa va così ad aggiungersi ad altri leggendari rappresentanti del mondo dello sport, come Fernando Alonso, Severiano Ballesteros, e Miguel Indurain.

 

Il primo pensiero del maiorchino è rivolto a una figura fondamentale per la vita e la formazione del tennista, lo zio Toni. ‘Mi è stato sempre accanto fin dall’età di tre anni.

Non potrò mai ringraziarlo abbastanza, per quello che ha fatto, senza mio zio non avrei iniziato a giocare’. Parlando di tennis, Nadal aggiunge: ‘E’ stata una stagione straordinaria. Tutta la mia carriera è stata speciale e non commetterò l’errore di reputarmi superiore, l’umiltà è alla base come il duro lavoro, puoi avere talento ma il sacrificio per migliorarti è una condizione imprescindibile per arrivare al vertice’.

Share This Post