Us open: Sharapova piega la Halep, avanza la Muguruza male le azzurre Vinci e Giorgi

US Open: Sharapova torna a ruggire, Halep eliminata in tre set, bene Muguruza, male le italiane fuori Giorgi e Vinci

Us Open: Fantastica Sharapova, al termine di una partita durissima la russa, al rientro in uno slam dopo 19 mesi, si è imposta per 6-4, 4-6, 6-3 dopo quasi 3 ore di gioco alla numero due al mondo, la rumena Simona Halep. La rumena si ferma così subito al primo turno a anche questa volta deve dire addio ai sogni di gloria di diventare nuova n°1 della classifica WTA.

Una lotta estenuante anche dal punto di fisico, con una Halep che dopo aver visto sfuggire il primo set (6-4 a favore della Sharapova) ha saputo reagire quando era sotto 4-1 anche nel secondo, infilando un parziale di 5 giochi consecutivi (4-6 per la Halep). Nel terzo la Sharapova ha trovato quell`immediato break che una volta concretizzato per un nuovo 4-1, questa volta non è stato dilapidato. Al termine del match Maria Sharapova si scioglie in un mix di emozioni incredula, felice, commossa . E infila tante parole che si teneva dentro da un po’. “Sotto questo abitino con cristalli di Swarovski, c’è una ragazza buona e non andrà via“. Non voglio parlare dei momenti più brutti, non stasera”. Tutto facile per Garbine Muguruza nella sua prima uscita agli Us Open, terza prova stagionale dello Slam, appena iniziata sui campi in cemento di Flushing Meadows, a New York.

La spagnola, recente vincitrice del torneo di Wimbledon, numero 3 del mondo e del seeding, ha battuto la statunitense Varvara Lepchenko (64 del ranking Wta), in soli 65 minuti, col punteggio di 6-0 6-3. Avanza Petra Kvitova grazie al doppio 75 alla serba Jankovic. Al secondo turno anche Cornet, Rodionova, Garcia, Vickery, Alexandrova e Kristyna Pliskova, sorella della numero uno del mondo Karolina. Da registrare due perdite azzurre, quelle di Camila Giorgi e di Roberta Vinci. La tennista di Macerata, n. 69 del ranking mondiale, è stata sconfitta in due set, con il punteggio di 6-3 6-4, dalla slovacca Magdalena Rybarikova. Sconfitta netta per Roberta Vinci, che cade contro Sloane Stephens 7-5 6-1. Esce subito di scena la finalista del 2015. Dopo un set combattuto la tarantina non è mai stata in partita nel corso del secondo.

US Open: avanti Lorenzi e Fabbiano, fuori Giannessi, bene Zverev

Via, si parte: l’edizione 2017 degli US Open è cominciato con 9 italiani nel tabellone. Tante delusioni, ma una bella notizia nella prima giornata dell’ultimo Slam della stagione. Paolo Lorenzi conquista la vittoria in rimonta con Joao Sousa, con il punteggio di 4-6, 6-3, 7-6(4), 6-2, e avanza al secondo turno.

L’allungo decisivo il senese lo piazza con un break (4-2) nel tie-break al quarto set per decidere la partita. Bravo Thomas Fabbiano a imporsi sul qualificato australiano John-Patrick Smith. Match tirato e complicato per Fabbiano, che se l’è portato via per 7-6, 6-4, 3-6, 7-6.

Deve invece dire addio agli US Open Alessandro Giannessi, il tennista spezzino classe 1990 è stato eliminato nel primo turno dopo una dura lotta in quarto set dal lettone Ernests Gulbis, classe 1988 e n.255 del mondo, ma ex top 10, con lo score finale di 6-4, 6-7(3), 6-2, 7-5, dopo 3 ore e 40 minuti di gioco. Fatica non poco il tedeschino Zverev contro Darian King, scampando il primo vero pericolo dentro un Ashe che si andava via-via desertificando col passare delle ore (match in piena notte newyorchese). Andamento identico comunque anche nel secondo set, dove Zverev però ha piazzato la zampata nell’undicesimo game. Da lì in poi, tutto “più semplice”, con un terzo set dove il tedesco si fa bastare un break per il 7-6, 7-5, 6-4 che ha dato alla testa di serie n° 4 il sudatissimo passaggio al secondo turno.

Share This Post