Wta Cincinnati: Halep show ! travolta Stephens in meno di un’ora, Muguruza stende Pliskova

Wta Cincinnati: La Halep lascia tre games a Stephens e intravede il sorpasso al vertice, la campionessa di Wimbledon Muguruza lascia appena cinque giochi alla N.1 Pliskova

Wta Cincinnati: Simona Halep continua la sua scalata verso la vetta della classifica mondiale (la rumena è virtualmente a 5 punti dal primo posto) e lo fa giocando una delle migliori partite del suo 2017. Sulla carta il match con la statunitense Stephens sembrava nascondere più di qualche insidia; la giocatrice americana, infatti, negli incontri precedenti aveva mostrato una condizione fisica e mentale strabiliante, supportata da un gioco aggressivo e potente.

simona halep

Tuttavia la partita odierna ha cambiato completamente le carte in tavola; Halep, infatti, ha mostrato la sua versione migliore della stagione, fornendo una prestazione di grande solidità tecnica e brillantezza fisica, Stephens, al contrario, è apparsa improvvisamente spenta e estremamente fallosa. Il 6-2, 6-1 finale è, quindi, il riflesso di una grande prestazione di Halep, ma, allo stesso tempo, di un incredibile tracollo di Stephens, la quale, in ogni caso, rimane una giocatrice da seguire in ottica Us Open.

Ad aspettare Simona Halep in finale c’è una sontuosa Garbine Muguruza. La numero 4 del seeding, con una super prestazione (6-3, 6-2) sovrasta nettamente Karolina Pliskova e vola in finale. Un match a senso unico quella della due volte campionessa slam, contro una giocatrice con cui aveva perso ben sei volte su sette precedenti. Quando Garbine gioca con questo spirito e questa motivazione, diventa difficile da arrestare, anche per la numero 1 del ranking mondiale. Se da una parte abbiamo una giocatrice in grande fiducia, dall’altra parte della rete Pliskova è apparsa scarica e arrendevole, forse stanca per il doppio impegno di ieri. L’appuntamento finale è fissato per le 18:00, spettacolo assicurato.

Atp Cincinnati: Dimitrov-Kyrgios, la finale Masters 1000 più giovane

Domenica sera Grigor Dimitrov avrà la possibilità di giocarsi il torneo più importante della sua carriera. Mai infatti il bulgaro era arrivato così lontano in un 1000 e questa di Cincinnati sarà la sua prima finale.La testa di serie numero sette, la più alta rimasta in tabellone, aveva raggiunto la semifinale difendendo i punti conquistati nella scorsa edizione.Contro il suo avversario c’era un precedente datato 2015 sempre in un mille americano, ma il torneo era quello di Miami dove a spuntarla era stato Isner.

dimitrov

Grigor si è preso finale e rivincita in una partita che, come in tutta la settimana, non lo ha visto brillare, però in tutti i momenti importanti si è fatto trovare pronto. I due tie-break 7-6(4), 7-6(10), sono stati giocati senza commettere sbavature e mantenendo il sangue freddo, specie il secondo.

Non fa effetto a Kyrgios la sbornia della vittoria su Nadal e dei due incontri in un giorno solo affrontati venerdì. Nella seconda semifinale del Western and Southern Open di Cincinnati supera con due tie break il redivivo Ferrer, che è uscito dal torneo in 2 ore e 4 minuti, sul punteggio di 76(3) 76(4), con l’onore delle armi e con la consapevolezza di aver ritrovato un buon livello di gioco alla vigilia dell’ultimo Slam stagionale.

Share This Post