Wimbledon: Pronti al via i tennisti azzurri

Wimbledon 2017: L’ erba inglese da sempre è stata poco azzurra, poche le speranze per i tennisti italiani

Come sempre accade il tennis italiano si approccia al terzo Slam dell’anno di Wimbledon con poche speranze. L’erba, infatti, non è certamente la superficie amata dai giocatori italiani e il massimo obiettivo per gli azzurri sarà quello di raggiungere la seconda settimana. Nel tabellone maschile Fabio Fognini e Paolo Lorenzi sono teste di serie, ma entrambi non possono certamente considerarsi degli specialisti.

wimbledon

Il ligure ha raggiunto per due volte in carriera il terzo turno a Wimbledon, ma si presenta a Londra senza aver mai giocato sull’erba e quindi restano molti dubbi sulle possibilità del nativo di Arma di Taggia; mentre il senese ha sempre perso al primo turno nelle sei apparizioni in carriera.

Andreas Seppi è sicuramente il giocatore italiano con più qualità sull’erba e anche quello che ha raggiunto i migliori risultati in carriera. L’altoatesino, però, sta vivendo una stagione difficile, anche se si presenta a Wimbledon dopo un buon torneo chiusosi in semifinale ad Antalya. Ovviamente servirà un sorteggio favorevole per Andreas e lo stesso discorso vale per Thomas Fabbiano, Marco Cecchinato, Stefano Travaglia e Simone Bolelli, che puntano a passare il primo turno.

Nel tabellone femminile l’unica testa di serie è Roberta Vinci. La pugliese ha sempre molto amato l’erba e il suo gioco ben si adatta a questa superficie. La stagione della tarantina è stata molto altalenante, probabilmente insufficiente, ma Roberta può riscattarsi proprio nello Slam londinese.

Totalmente un’incognita è Camila Giorgi, sulla carta le qualità e il talento della marchigiana ben si combaciano sull’erba di Wimbledon, ma il rendimento di Camila continua ad essere troppo discontinuo, alternando vittorie di prestigio a sconfitte davvero fragorose. Poche speranze sull’erba le hanno, invece, Sara Errani e Francesca Schiavone, poco adatte ai campi veloci di Londra.

Djokovic: ” Agassi sarà presente a Wimbledon per tutto il torneo”

Novak Djokovic fresco di vittoria contro Monfils nella finale di Eastbourne, torneo Atp 250 dotato di un montepremi complessivo pari a 635.660 euro disputato sull’erba dell’Aegon International di Gran Bretagna, rinnova la collaborazione con Andre Agassi iniziata a Parigi con il Roland Garros. In quell’occasione però il Kid di Las Vegas rimase solo la prima settimana causa impegni personali.

agassi nuovo allenatore di djokovic

Il serbo, che ha accettato la wild card ad Eastbourne -vinto in due set contro Monfils- per preparare al meglio lo slam inglese di Wimbledon, ha fatto sapere che il suo coach sarà presente per tutta la durata del torneo. “Sarà presente a Wimbledon per tutto il tempo in cui sarò in gioco, è fantastico. I giorni trascorsi a Parigi sono stati splendidi, ho imparato molto da lui.

Abbiamo condiviso tante esperienze, dentro e fuori dal campo, spero di trascorrere più tempo possibile con Agassi.“La coppia non ha un contratto a lungo termine, in quanto Agassi non sarebbe intenzionato a diventare allenatore in pianta stabile, visti i suoi impegni con la sua fondazione.” Non abbiamo nulla di firmato, “Ha aggiunto Djokovic.“ Per ora seguiamo il flusso degli eventi, gli sono grato di voler lavorare con me. “

Share This Post