La Sharapova vola al terzo turno e attacca la Bouchard: ‘Superiore alle sue critiche’

Maria Sharapova abbatte anche la Makarova e vola al terzo turno a Stoccarda, ecco la conferenza stampa del dopo match.

Il ciclone Sharapova si è abbattuto anche su Ekaterina Makarova nel derby russo in programma nel secondo turno del Gran Prix di Stoccarda. Dopo aver sconfitto la nostra Roberta Vinci, la bella Maria ha incontrato ancora meno difficoltà per superare la connazionale vincendo con il punteggio di 7-5 6-1 e accedendo al terzo turno con il vento in poppa. Dopo la vittoria contro la Makarova, è intervenuta in conferenza stampa commentando le recenti parole pronunciate da Eugenie Bouchard che l’aveva definita una  imbrogliona, che non avrebbe più dovuto giocare a tennis’.

‘Non ho niente da dire – è stata la replica della Sharapova – sono nettamente superiore a questo‘. La campionessa ha preferito snobbare le polemiche per concentrare l’incontro con la stampa sulle proprie sensazioni dopo tanti mesi di squalifica. ‘Ieri è stata dura per me descrivere la qualità del mio livello di gioco perché è stato più di un match emozionante essendo tornata dopo tanto tempo. Oggi mi sono calmata e sono entrata più negli scambi, ci sono stati punti più lunghi ed è stato ottimo per me perché ho avuto la possibilità di scivolare, di lavorare sui movimenti, tutto questo genere di cose che ti mancano quando non giochi’.

Adesso la sua avversaria di turno sarà la sorprendente estone, Annette Kontaveit, che si sta facendo strada nel torneo abbattendo le teste di serie. Nel secondo turno ha superato la spagnola Garbine Muguruza e adesso è pronta per sfidare la Sharapova. ‘Mi sono sentita molto bene – ha proseguito la Sharapova nell’incontro con la stampa – ho adrenalina, l’entusiasmo e non vedo l’ora di vedere quale sfida ogni avversario porta. È una grande sensazione. Te ne dimentichi un po’ dopo che sei stata 15 mesi fuori’.
Infine i doverosi ringraziamenti al suo coach Sven Groeneveld, che non l’ha mai abbandonata anche nei momenti più duri: ‘Lui non ha mai dubitato di me, della mia integrità, nonostante sarebbe stato facilissimo per lui fare un passo indietro ed andare da un’altra parte. È stato con me ogni singolo giorno’.

Share This Post