Djokovic si prende la rivincita su Murray, a Brisbane trionfa Dimitrov

Djokovic batte Murray nella finale del torneo di Doha, iniziando nel migliore dei modi il 2017 mentre a Brisbane la finale sarà tra Dimitrov e Nishikori.

Novak Djokovic griffa, ancora una volta, il torneo di Doha battendo in finale il rivale Andy Murray in una sorta di rivincita delle Wta Finals. Non poteva iniziare nel migliore dei modi la stagione per il campione serbo, sempre più deciso a riprendersi lo scettro di numero uno del mondo. Nole si è imposto sul britannico per 6-3 5-7 6-4, mettendo il 25 sigillo nelle sfide dirette contro l’attuale numero uno del mondo (i successi di Murray sono 11).

Nelle statistiche finali sono 36 i vincenti per Djokovic contro i 31 errori gratuiti, mentre 30 sono i vincenti di Murray, in un match sostanzialmente equilibrato. La differenza l’ha fatta la precisione di Djokovic al servizio (72% le prime messe a segno) contro il 60% dell’avversario. Più bravo Nole sulle 4 palle break ottenute, trasformate in tre occasioni. Murray invece ha breakato il serbo solo in 2 occasioni su 7 tentativi, dimostrandosi meno spietato nei momenti decisivi. L’esito del match premia un Djokovic più propositivo contro un avversario attendista.

Dimitrov in finale a Brisbane

Brisbane incorona il ritrovato bulgaro Grigor Dimitrov finalmente tornato ai propri livelli, dopo un 2016 cosi cosi. Dimitrov ha avuto ragione di Milos Raonic, numero 3 del mondo, per 7-6 6-2 in un match tiratissimo solo nel primo set, dove entrambi non hanno sbagliato un colpo al servizio per poi dare vita ad un tie break intensissimo vinto dal bulgaro per 9-7. Dimitrov affronterà Nishikori in finale.

Note negative per il tennis italiano giungono da Sidney dove Luca Vanni e Thomas Fabbiano non sono riusciti a centrare il passaggio del turno nelle qualificazioni. Vanni è stato piegato, in tre set, dal portoghese Gastao Elias, mentre Fabbiano ha ceduto per 5-7 7-6 6-3 al brasiliano Monteiro (numero 82 del mondo).

Share This Post