Finals: Murray doma la foga di Djokovic e si conferma leader dell’Atp

Andy Murray è ancora il numero uno del ranking Atp, conquistando la finale del Masters di Londra contro l’eterno rivale Nole Djokovic.

Andy Murray è ancora il numero uno del ranking Atp dopo avere sconfitto in finale Novak Djokovic nella Os Arena di Londra. Un successo che gli vale l’ennesimo titolo della stagione, il prestigioso Masters che laurea il giocatore dell’anno. Ancora una volta il fuoriclasse scozzese ha saputo tirare fuori il suo miglior tennis anche contro un Djokovic che aveva mostrato evidenti segni di ripresa nella sua settimana londinese.

Murray si è imposto con il punteggio di 6-3 6-4, frenando l’inarrestabile desiderio di Djokovic di riprendersi lo scettro di numero uno del tennis mondiale. Lo scozzese parte bene e approfitta dei tanti errori di Nole, la cui foga di imporre il proprio tennis lo ha condotto verso una quantità abnorme di imprecisioni, per gli standard di rendimento ai quali ci ha abituato.

murrayIl serbo si fa breakare all’ottavo gioco, regalando su un piatto d’argento il primo parziale all’avversario, sempre preciso e regolare nel suo tennis cinico ma tremendamente efficace. Nel secondo set il match prende decisamente una brutta piega per il campione serbo. Murray vola sul 4-1 pesante, e mette due break di vantaggio fra se e l’avversario. Un sussulto d’orgoglio conduce Djokovic verso una parziale rimonta, ma sul 5-4 per Murray lo scozzese non lascia scampo.

Nole annulla due palle match, ma alla terza è costretto a capitolare, arrendendosi all’evidente superiorità tecnica e fisica dell’avversario. E’ Murray il giocatore dell’anno. Dopo aver conquistato Olimpiadi, Us Open e tanti tornei master 1000, corona il suo 2016 da incorniciare con l’ultimo trionfo nelle Atp Finals, il torneo che chiude di fatto il sipario sul 2016. Il tennis che conta ripartirà nel 2017 dagli Australian Open.

Share This Post