Atp Finals, la finale è una sfida tra i re: sarà ancora Djokovic contro Murray

Oggi la finalissima di Londra, che assegnerà il titolo di giocatore dell’anno tra Murray e Djokovic. In palio anche il primo posto nel ranking.

Sarà Murray contro Djokovic la sfida finale delle Atp Finals come da pronostico. Una sfida stellare che varrà anche il primo posto nel ranking Atp, fino ad ora appannaggio di Murray. Riprendersi lo scettro perso ad ottobre sarà la sfida nella sfida per il campione serbo, apparso in questi giorni a Londra in grande spolvero e in grado di mettere in campo il miglior tennis per tornare ad essere re del tennis mondiale.

Più sofferta la conquista della semifinale per Murray, che ha piegato un indomabile Raonic solo al terzo set. Un match palpitante che ha visto il canadese prevalere nel primo set grazie al break ottenuto nell’undicesimo gioco. Poi la riscossa dello scozzese capace di aggiudicarsi un emozionante tie break (vinto per 7-5) nel secondo parziale, per poi ripetersi nel terzo set vincendo ancora al tie break per 11-9.

Una sfida vissuta sempre e costantemente sul filo di un perfetto equilibrio, dove il fattore servizio è stato preponderante. Un match durato ben 3 ore e 38 minuti, che rappresenta l’incontro più lungo nella storia delle finals. Più agevole il compito in semifinale per Novak Djokovic che ha schiantato il pur quotato avverario, Kei Nishikori, per 6-1 6-1. Un successo dal punteggio eloquente che la dice lunga sullo strapotere tecnico di Nole e sulla condizione fisica nettamente ritrovata dopo un inizio autunno appannato.

Oggi Murray sarà sostenuto dall’energia e dal sostegno dei 18 mila della Os Arena di Londra per cercare di conservare lo scettro di numero uno del tennis mondiale, ma il Djokovic visto nell’ultima settimana ha senz’altro le carte in regola per spodestarlo. Sarà un match tutto da vivere. L’appuntamento per gli appassionati di tennis è per le ore 19.

Share This Post