King Roger Federer in lacrime per i suoi record

Re Federer, 20 anni di carriera per 20 Slam in bacheca

Il sorriso, le lacrime e ancora il sorriso, emozioni che Roger Federer dopo la conquista del trofeo una volta di più tocca il cuore della gente. È stata una sequenza di immagini che resterà per sempre indelebile nella storia dello sport. Roger si, lui di ghiaccio, che in campo non tradisce nessuna emozione, si è commosso come un qualsiasi umano per aver ricevuto il regalo tanto desiderato.

Roger Federer ha giocato la sua settima finale agli Australian Open dividendo il primato con Novak Djokovic, Roy Emerson, Jack Crawford e John Bromwich, con questa ultima vittoria conquista il sesto titolo dopo quelli vinti nel 2004, 2006, 2007, 2010, 2017 e 2018. Resta dunque l’unica sconfitta in una finale raggiunta, patita nel 2009 contro lo spagnolo Rafael Nadal.

King Federer si è imposto nella partita numero 107 a Melbourne, in cui vanta un record di 94vittorie e 13sconfitte. Il fenomeno di Basilea, tocca quota 30 di finali di uno Slam tra cui 7 in Australia, 5 al Roland Garros, 11 a Wimbledon e 7 agli US Open, ha conquistato il 20esimo Slam, primo uomo al mondo e quarto in assoluto dopo Margaret Court, Serena Williams e la tedesca Steffi Graf, arrivando al 96esimo titolo in carriera. King Federer a 36 anni e 173 giorni è stato il terzo più anziano finalista in Australia nell’Era Open, dietro a Ken Rosewall di 37 anni e 62 giorni nel 1972 e Malcolm Anderson 36 anni e 306 giorni nel 1972.

La vittoria australiana lo fa salire di graduatoria portandosi ad appena 155 punti dalla prima piazza Atp, occupata da Rafael Nadal. Per il croato Cilic, si tratta della terza finale Slam con un passivo di due sconfitte, tutte arrivate contro Roger Federer dopo il ko subito lo scorso luglio sul prato verde di Wimbledon. Il croato si consola con la terza piazza del ranking Atp, raggiunta oggi con i punti acquisiti dalla finale australiana.

Share This Post