Dubai, Roger Federer si allena con l’italiano Thomas Fabbiano

Roger Federer in ritiro a Dubai, si allena con Thomas Fabbiano

Roger Federer con un fisico tirato a lucido e una gran voglia di congelare il tempo, nonostante i suoi 36 anni compiuti lo scorso agosto, ha scelto come tappa di avvicinamento agli Australian Open la calda Dubai. Scelta fatta anche per abituarsi alle condizioni in cui si giocheranno i primi tornei del 2018.

Gli allenamenti dello svizzero hanno un tocco di made in Italy, infatti accanto a King Federer c’è l’azzurro Thomas Fabbiano, n.73 Atp. Un’occasione irripetibile per il 28enne pugliese: ‘Sapevo che Federer era a Dubai come il sottoscritto e il suo allenatore Ivan Ljubicic mi ha inviato un sms chiedendomi se fossi disponibile a giocare con Roger. Il mio allenamento del giorno dopo era già programmato con il mio coach Federico Torresi, due ore di cesto per mettere a punto qualche accorgimento sui miei colpi. Per me è un sogno potermi allenare con Federer, vedere dall’altra parte della rete colui che mi ha emozionato per anni in tv, mi ha fatto un certo effetto’.

E’ già lo svizzero sembra proprio un extraterrestre, un braccio mai visto prima, uno stile affascinante, fisico atletico, ma non gonfio di muscoli, agile e snello. Impossibile non lasciarsi ammaliare dalla storia infinita di un campione irripetibile, capace di migliorarsi nonostante la sua veneranda età che avanza. Basti vedere il 2017 in cui ha messo in bacheca 2 Slam, 3 Masters 1000 e altri 2 titoli numeri che hanno dell’incredibile. Quest’anno, secondo i calcoli raccolti per l’Atp da InfoSys, King Roger è stato il miglior giocatore del circuito nelle situazioni più delicate, palle break da convertire o annullare, tie break e punti decisivi del set o match. Con 259.1 punti, si piazza primo staccando di 8 punti il connazionale Wawrinka che lo segue.

Share This Post