Wta Bogotà: epica impresa di Francesca Schiavone che centra la finale

Francesca Schiavone ritrova una finale di un torneo Wta a più di un anno di distanza dal trionfo a Rio De Janeiro, battendo Johanna Larsson.

Francesca Schiavone non si ferma più e sconfigge anche la svedese Johanna Larsson nella semifinale di Bogotà, centrando l’obiettivo della finale. A 36 anni, la campionessa milanese sta ritrovando una seconda giovinezza, tornando a giocare il tennis che conosciamo, tutto grinta e concentrazione. Dopo avere fatto fuori la principale testa di serie, Kiki Bertens, Francesca Schiavone ha sconfitto in semifinale la tennista scandinava per 7-5 6-4. Johanna Larsson era stata, nel turno precedente, la ‘giustiziera’ di Sara Errani.

In un match condizionato da una pioggia lieve ma costante, la Schiavone ha imposto il proprio gioco, portando a casa la finale in un’ora e 45 minuti, evidenziando uno stato di forma davvero invidiabile. Torna a giocare una finale di un torneo Wta dopo oltre un anno dalla finale di Rio De Janeiro dove poi conquistò il titolo. Decisivo il break ottenuto nel dodicesimo gioco del primo set, mentre nel secondo parziale la milanese è andata sotto per 2-4 ed è stata protagonista di una straordinaria rimonta, conquistando tre break e piazzando un parziale di 4-0 che ha annichilito l’avversaria. Una gara emozionante e tirata, nella quale la tennista azzurra ha sempre messo in mostra la capacità di comandare il punto, tenendo testa meravigliosamente alla più giovane rivale.
Adesso sfiderà la tennista iberica, Lara Arruabarrena-Vecino nella finalissima del torneo di Bogotà che ha eliminato la connazionale Sorribes Tormo in tre set, nell’altra semifinale del torneo colombiano.

Esce di scena Camila Giorgi a Biel, dove è stata sconfitta dalla Sasnovich nei quarti del torneo svizzero. La bielorussa ha trionfato, imponendosi con un doppio 6-4.

Share This Post