Coppa Davis, niente da fare per l’Italtennis: Goffin regala il punto decisivo ai belgi

Troppo forte il Belgio per la nazionale di Coppa Davis, la cui assenza di Fabio Fognini è risultata determinante per l’esito finale.

L’atteso miracolo della nazionale di Coppa Davis non c’è stato. Secondo pronostico, Paolo Lorenzi è stato surclassato dall’immenso talento di David Goffin che sostenuto dai tifosi locali ha sconfitto senza appello il tennista senese per 6-3 6-3 6-2. Con questo successo, il Belgio ha conseguito il punto decisivo che vale le semifinali di Coppa Davis. Troppo evidente il divario tra i due giocatori in campo anche se a Lorenzi non va rimproverato assolutamente nulla sul piano dell’impegno.

Smorzate e attacchi sotto rete per mettere in difficoltà l’avversario, non sono di certo mancati, ma il Goffin visto in campo in questo turno di Coppa Davis è un giocatore di grandissimo spessore che la nazionale azzurra avrebbe potuto contrastare solo con il talento di Fabio Fognini, il grande assente. La sensazione, alla fine, è che la nazionale azzurra, se avesse potuto schierare il talento ligure, avrebbe potuto dare un altro senso a questo confronto. Ma con i se e con i ma, non si va in campo.

Resta la grande prestazione del doppio composto da Simone Bolelli e Andreas Seppi, che hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per mantenere vive le speranze di qualificazione. E resta anche l’ottima impressione destata da Alessandro Giannessi, il giovane 27enne schierato nell’ultimo singolare contro De Loore, che ha vinto con gran merito il proprio match, regalando il punto del 2-3 all’Italia di Coppa Davis, rendendo meno amara la sconfitta. Rimarrà comunque indelebile, in questa stagione di Coppa Davis, il prestigioso successo a Buenos Aires contro l’Argentina campione in carica. La banda di Corrado Barazzutti chiude qui la propria stagione in Davis, in una edizione con più luci che ombre. In semifinale ci andranno Francia e Serbia che si affronteranno in casa dei transalpini, mentre il Belgio affronterà l‘Australia di Kyrgios ancora tra le mura amiche. L’Italtennis ripartirà nel 2018 ancora dalla World Group.

Share This Post